Quaranta giorni – (IV) Con premura e incessantemente

Proposta di preghiera in famiglia
(potrebbe essere prima di iniziare il pranzo insieme)

Nel nome del Padre,
del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Arcobaleno inatteso nella vita,
nella nebbia delle nostre attese,
balbettìo dello Spirito Santo,
nelle nostre tentennanti ricerche,
mendicanti di Dio nelle notti profonde,
con amore diciamo il nome di Gesù!

dal Vangelo secondo Giovanni (3,1.14-17)
Vi era tra i farisei un uomo di nome Nicodèmo,
uno dei capi dei Giudei.
Costui andò da Gesù, di notte. Gesù gli disse:
«Come Mosè innalzò il serpente nel deserto,
così bisogna che sia innalzato il Figlio dell’uomo,
perché chiunque crede in lui abbia la vita eterna.
Dio infatti ha tanto amato il mondo da dare il Figlio unigenito
perché chiunque crede in lui non vada perduto,
ma abbia la vita eterna.
Dio, infatti, non ha mandato il Figlio nel mondo
per condannare il mondo,
ma perché il mondo sia salvato per mezzo di lui».

Dio ha tanto amato…
e la notte di Nicodemo,
le nostre notti si illuminano.
Qui possiamo rinascere. Ogni giorno.
Rinascere alla fiducia, alla speranza,
al desiderio di amare,
di lavorare e creare,
di custodire e coltivare
persone, talenti e creature,
tutto intero quel giardino che Dio ci ha affidato.

dal libro delle Cronache (36,15)
Il Signore, Dio dei loro padri,
mandò premurosamente e incessantemente
i suoi messaggeri ad ammonirli,
perché aveva compassione del suo popolo e della sua dimora.

Signore,
non siamo cristiani
perché ti amiamo
– quanto povero il nostro cuore! –
siamo cristiani
perché crediamo che tu ci ami,
ogni giorno,
fino alla fine.

E nulla, nel tuo amore,
andrà perduto:
non un sospiro,
non un sorriso,
non una lacrima.

Tutto custodito nel tuo abbraccio.

Padre nostro…

Preghiamo
Benedetto sei tu, Padre,
per l’amore di cui ci circondi
e per Gesù Cristo che hai inviato
in questo nostro mondo
per aprirci la via
e farci giungere a te.
E il tuo amore cresca in noi, ogni giorno,
per la forza del tuo Spirito
che in noi vive.
Benedetto tu ora
e nei secoli dei secoli. Amen.

Benedizione
Il Signore ci doni di camminare verso Pasqua,
liberi dalle nostre paure,
attenti a custodirci gli uni gli altri. Amen.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: