Silenzio

Silenzio.

Durante questo periodo particolare ho avuto la fortuna, la grazia di potermi recare tutte le domeniche in chiesa. La preghiera personale o condivisa con i pochi presenti (sempre a distanza!), è stata sicuramente particolare, ma la cosa più penetrante è stato il silenzio. Silenzio all’interno ma anche all’esterno della chiesa. Silenzio quasi assoluto all’inizio della chiusura, durante la quaresima, e poi alleggerito dal cinguettio degli uccelli. Silenzio pesante per le tante sofferenze che sottendeva, ma allo stesso tempo capace di avvicinamento a Dio, sentendo quasi il Signore accanto a te, seduto poco più in là.

Il fumo che dal turibolo si innalzava fino ad avvolgere, quasi accarezzandolo il Cristo crocefisso, durante la quaresima, e poi il cero durante il tempo pasquale, era quasi una forma vivente di presenza umana, di comunità che tentava di avvicinarsi a Dio per abbracciarlo, per stringerlo a sé, per cercare l’amico di cui hai bisogno.

E poi di nuovo il silenzio.

(Antonio)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: